fbpx

LINEE GUIDA MISURE DI SICUREZZA REGIONALI PER IL TRASPORTO PUBBLICO E DI LINEA

Con l’Unità di Crisi regionale per l’emergenza epidemiologica da Covid-19 sono state messe a punto le Linee Guida di misure minime di prevenzione e protezione per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori nel settore del trasporto regionale. Tali misure recepiscono integralmente quanto previsto nel DPCM 26 aprile 2020 e saranno valide sino alla data di scadenza fissata al 31/07/2020, salvo ulteriori disposizioni future.

Il documento definisce un quadro di riferimento procedurale, organizzativo e tecnologico volto a minimizzare le probabilità di trasmissione del contagio di tutti gli stakeholder delle aziende operanti nel servizio di trasporto regionale (clienti/utenti, consumatori, proprietà, fornitori, dipendenti, ecc.).

Le aziende di trasporto regionale (pubbliche e private) dovranno calibrare i propri modelli organizzativi e produttivi alle presenti misure e adottare modalità organizzative ed opportune strategie di prevenzione, monitoraggio, informazione e formazione, condivise con le OO.SS.

Eventuali costi aggiuntivi sostenuti delle aziende dovute all’applicazione delle Linee Guida e delle altre misure adottate da Autorità locali e governative saranno riconosciuti come previsto dall’art. 92 del DL Cura Italia, poi Legge n. 27/2020 pubblicata su G.U. il 29/4/2020.

I principi generali che ogni impresa deve adottare per prevenire il contagio sono:

  • Distanziamento sociale sia per i dipendenti che per i passeggeri (distanza interpersonale minima di 1 m);
  • Buone pratiche di igiene (quali installazione di dispenser di gel igienizzante a bordo dei mezzi e presse le stazioni/fermate/capilinea, pulizia giornaliera e sanificazione periodica nelle località di servizio e a bordo);
  • Organizzazione del lavoro, degli ingressi e degli spazi (misurazione della temperatura corporea, adozione di dispositivi di monitoraggio non invasivo, nuovi layout delle sedi lavorative, orari sfalsati ecc.);
  • Uso obbligatorio per i dipendenti di mascherina e i guanti; obbligo per tutti i passeggeri di indossare mascherine evitando, nei limiti del possibile, l’accesso a chi ne fosse sprovvisto;
  • Eventuale utilizzo di tecnologie (software di simulazione degli spazi e dei flussi, applicazioni di alert per avvertenza di assembramenti, digitalizzazione dei documenti, sistemi di monitoraggio non invasivi ecc.);
  • Responsabilità individuale dei clienti/utenti del servizio tenuti al rispetto delle norme basilari (distanza di sicurezza, mascherina, igienizzazione mani) – pena l’applicazione delle sanzioni amministrative previste.

Le aziende dovranno garantire una massiccia informazione delle linee guida mediante affissione, sia a bordo che nelle stazioni/fermate/aree di imbarco, di locandine informative e cartellonistica, predisporre, ove possibile, apposita segnaletica per disciplinare gli spostamenti e i distanziamenti, gli accessi e le uscite. Dovranno garantire una adeguata formazione del personale.

Dovrà essere ridotta ogni forma di contatto ravvicinato privilegiando sistemi di vendita telematica dei titoli di viaggio. I gestori del trasporto dovranno evitare situazioni di assembramento alle fermate, potenziare i controlli ai varchi di accesso delle località di servizio/stazioni/fermate e alla salita e discesa dei passeggeri, prevedendo flussi separati.

Le aziende dovranno predisporre un piano specifico delle procedure da applicare e la periodicità con cui effettuare la pulizia e la sanificazione periodica dei luoghi di lavoro e dei mezzi di trasporto.

Sui mezzi di trasporto non di linea (Taxi/NCC) il personale dovrà anche evitare che il passeggero occupi il posto accanto al conducente e si raccomanda di dotare le vetture di paratie divisorie.

Nelle vetture ordinarie, sui sedili posteriori, non potranno essere trasportati più di due passeggeri distanziati e muniti di mascherina (tranne per nuclei familiari).

 

Il tutti quegli ambiti di lavoro in cui è presente, in maniera contestuale, una nutrita forza lavoro, si suggerisce di adottare una scheda personale quale quella allegata alle Linee Guida e in cui sono riportate, nel pieno rispetto della privacy, dichiarazioni strettamente attinenti alla sintomatologia tipica del covid-19.

Si precisa che l’Allegato contiene prescrizioni di carattere generale e nulla vieta che ogni azienda possa implementare lo stesso con eventuali precauzioni del caso e/o ulteriori specifiche disposizioni.

Qui le Linee Guida complete.


Lascia un commento

Your email address will not be published.Required fields are marked *